Parco Regionale Gola della Rossa e Frasassi

Valle Scappuccia

Dati itinerario e impegno richiesto

  • Difficoltà:T/E
  • Lunghezza:12 km
  • Dislivello:300 m
  • Durata complessiva:4 ore
    • Requisiti:Adatto a tutti. Basta solo un po' di allenamento alla camminata

Caratteristiche itinerario

  • Aspetti:Emergenze Geologiche, luoghi legati a miti e leggende
  • Ambienti:Ruscelli, Bosco, Montagna, Forre/Gole

Tariffa per escursione guidata da una Guida Ambientale Escursionistica

  • Tariffa con Guida
    180 € lunedì-venerdì
    200 € prefestivi, festivi, ponti e agosto

Descrizione

Tra la Gola di Frasassi e Genga c’è un luogo nascosto ma bellissimo: Valle Scappuccia!

Il percorso che proponiamo per scoprirla, 12 km e 300 m di dislivello, è ad anello con partenza e arrivo dal centro di Genga, piccolo borgo arroccato con le sue mura dell’antico castello su un costone roccioso sopra il fiume Sentino.

La prima parte del cammino si svolge su asfalto ma su strade poco battute dalle auto e ci porta in direzione prima di Bivio Pandolfi e poi verso la cascata di San Francesco, dell’omonimo torrente. Camminando quasi sempre in pianura si arriva a Lago Fossi, piccolo bacino artificiale che ospita ancora una residua popolazione delle elusive Testuggini palustri autoctone. Superato Lago Fossi, si continua ancora sulla strada ora in salita fino ad arrivare a Località Fossi: il paesaggio, prima costituito da boschi e qualche zona rurale, si arricchisce ora delle rocce delle cime del Picco e del Monte Termine che si segnalano l’avvicinarsi di Valle Scappuccia!

Dopo una discesa, finalmente abbandoniamo la strada ed entriamo nel sentiero di Valle Scappuccia: l’ingresso è una forra, un stretta valle rocciosa che ci costringe a guadare le basse acque del Torrente Scappuccia. L’inizio del percorso è subito stupendo! Le acque cristalline si riflettono nelle rocce intorno al torrente e il sentiero continua ad addentrasi sempre più nella valle. Il bosco si fa ora ricco anche di faggi, lecci, aceri, pungitopo e della rara Efedra maggiore. Il sentiero attraversa diverse volte il torrente Scappuccia in dei facili guadi e poi risale in mezzo alla faggeta per poi arrivare a un bivio: si gira a destra e dopo circa 30-40 minuti si arriva a Monticelli, un piccolo paese del comune di Genga. Durante il percorso non è raro imbattersi nelle tracce che lasciano volpi, lupi, istrici e cinghiali e di scorgere in volo il Nibbio reale, maestoso rapace oggetto di un progetto di reintroduzione dal Parco Naturale della Gola della Rossa e di Frasassi.

Da Monticelli si ritorna a Genga passando per il “sentiero del Papa”, un percorso a mezza costa tra i panorami sulla valle del Sentino e i profumi della santoreggia e dell’elicriso.

Località

Partenza da: Capo la Villa - Genga (AN) - Marche Apri in GoogleMaps

Richiedi la guida per questo itinerario

Richiedi la disponibilità della Guida per farti guidare su questo itinerario in una data scelta da te.

Altro in questa categoria: Sentiero dell'Aquila »

Webcam per il trekking

Le webcam di Umbria e Marche delle principali località dove praticare l'escursionismo

Vedi le wecam

Calendario uscite

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
8
13
20
21
29
31

Questo sito utilizza cookie tecnici ma non di profilazione

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni clicca qui

Accetto