Riserva Naturale Regionale del Monte San Vicino e del Monte Canfaito

Mercoledì, 25 Novembre 2020 14:58

Monte Poggio Martello

Una spettacolare escursione caratterizzata da una moltitudine di ambienti dai boschi misti ai boschi di faggio, fino alle praterie secondarie in quota con viste panoramiche a 360° su Umbria, Lazio, Sibillini, e appennino centro-nord delle Marche.

Un luogo fuori dalle mete tradizionali dove sarà difficile incontrare altri escursionisti!

La partenza sarà dalla piccola frazione di Pantaneto (Comune di Monte Cavallo) salendo per Col di Mezzo, Collattoni, Monte Petetta, Poggio Martello, Cima Corno e poi rientro per il Sentiero Italia.

 

Informazioni aggiuntive

  • Località di Partenza Pantaneto
  • Comune Montecavallo
  • Provincia MC
  • Regione Marche
  • Latitudine 42.981765
  • Longitudine 12.993922
  • Aspetti Punti Panoramici
  • Ambienti Bosco, Montagna, Prateria
  • Periodo Estate, Primavera, Autunno, Inverno senza neve
  • Difficoltà E
  • Difficolta Smart Media
  • Adatto a bambini No
  • Dislivello 950 m
  • Durata complessiva 4:30 ore
  • Lunghezza 15 km
  • Adatto a Necessario un buon allenamento alla camminata, Non adatto a chi è alla prima esperienza in montagna
  • Durata Intera giornata
  • Tariffa Bassa Stagione 120
  • Tariffa Alta Stagione 150
Giovedì, 15 Ottobre 2020 13:43

I paesi dimenticati del Monte Ceresa

L'itinerario percorre incredibili boschi di castagno (con esemplari notevoli e spesso caduti nel bosco), di lecci, querce, abeti, pini, faggi, ed è caratterizzato da balconi naturali di arenaria con viste eccezionali sulle vali sottostanti.

Itinerario: Cocoscia, Pizzo dell'Arco, Monte Vicito, Sasso Spaccato, Tallacano, Cocoscia

Informazioni aggiuntive

  • Località di Partenza Venamartello
  • Comune Acquasanta Terme
  • Provincia AP
  • Regione Marche
  • Latitudine 42.788474
  • Longitudine 13.411596
  • Aspetti Punti Panoramici, Emergenze Geologiche
  • Ambienti Bosco, Creste, Montagna, Strapiombi, Falesie
  • Periodo Estate, Primavera, Autunno, Inverno senza neve
  • Difficoltà E
  • Difficolta Smart Media
  • Adatto a bambini No
  • Dislivello 450 m
  • Durata complessiva 4 h
  • Lunghezza 12 km
  • Adatto a Necessario un buon allenamento alla camminata
  • Durata Mezza giornata
  • Tariffa Bassa Stagione 120
  • Tariffa Alta Stagione 150
  • Galleria foto /itinerari/ascoli-piceno/monte-ceresa
Pubblicato in Ascolano
Giovedì, 07 Giugno 2018 16:38

Tra le falesie del San Bartolo

La Traversata del San Bartolo da sud a nord: 18 km di sali-scendi nelle morbide colline a ridosso del mare. Una piacevole escursione tra panorami mozzafiato, rapaci e rondini in migrazione e borghi medievali!

Percorso: Gibas - Bocca di Lupo - S. Marina Alta - M. Castellaro - M. Brisighella - Fiorenzuola di Focara - Casteldimezzo - Vallugola - Colombarone.

Informazioni aggiuntive

  • Località di Partenza Fiorenzuola di Focara
  • Comune Pesaro
  • Provincia PU
  • Regione Marche
  • Latitudine 43.950730
  • Longitudine 12.822447
  • Aspetti Avvistamento fauna selvatica, Punti Panoramici, Emergenze Geologiche
  • Ambienti Mare, Falesie
  • Periodo Estate, Primavera, Autunno
  • Difficoltà T/E
  • Difficolta Smart Bassa
  • Adatto a bambini No
  • Dislivello 200 m
  • Durata complessiva 3 h
  • Lunghezza 7 km
  • Adatto a Adatto a tutti. Basta solo un po' di allenamento alla camminata
  • Durata Mezza giornata
  • Tariffa Bassa Stagione 120
  • Tariffa Alta Stagione 150
Giovedì, 07 Giugno 2018 14:59

La vetta del Monte Catria

Escursione impegnativa ma bellissima fino alla vetta del Monte Catria. Cammineremo prima immersi nella faggeta del Monte Acuto e poi saliremo sul Catria, fino ad arrivare ai suoi 1.701 metri, attraverso prati e pascoli. Passo dopo passo ci gusteremo i panorami che si possono ammirare da questa montagna maestosa.

Martedì, 29 Maggio 2018 17:15

Ascesa al Monte Vettore

La partenza è a piedi da Forca di Presta, il valico che dalla valle del Tronto conduce all'altopiano di Castelluccio di Norcia.

L'ascesa al monte Vettore (la montagna più alta dei Monti Sibillini con 2.476 m) da questo itinerario (via normale) sale a tratti dolcemente ed a tratti si fa più ripida.

La bellezza di questo itinerario è legata soprattutto ai grandi panorami di cui si può godere, all'inizio quasi esclusivamente a sud sui Monti Gemelli e sui Monti della Laga; poi salendo si guadagna la vista anche sulla piana di Castelluccio, poi sulla valle del Lago di Pilato spaziando sempre più in direzione nord, con il Monte Sibilla, il Monte Priora, poi la Cima del Redentore e il Pizzo del Diavolo a ovest.

Arrivati in cima la vista è notevole in tutte le direzioni, scoprendo anche l'appennino umbro-marchigiano e ad est le Marche con all'orizzonre il mare adriatico.

La discesa è sullo stesso sentiero dell'andata.

Informazioni aggiuntive

  • Località di Partenza Forca di Presta
  • Comune Arquata del Tronto
  • Provincia AP
  • Regione Marche
  • Latitudine 42.789980
  • Longitudine 13.260715
  • Aspetti Punti Panoramici, Emergenze Geologiche, Emergenze Floristiche, luoghi legati a miti e leggende
  • Ambienti Creste, Montagna
  • Periodo Estate, Autunno
  • Difficoltà E
  • Difficolta Smart Impegnativa
  • Adatto a bambini No
  • Dislivello 950 m
  • Durata complessiva 5 ore
  • Lunghezza 10 km
  • Durata Intera giornata
  • Tariffa Bassa Stagione 180
  • Tariffa Alta Stagione 200
Pubblicato in Monti Sibillini

Una splendida escursione sul Monte Ascensione, con partenza dal minuscolo e ormai abbandonato paesino di Porchiano per la "strada dei calanchi" con una vista privilegiata su queste curiose ed eccezionali formazioni di roccia argillosa. 

L'ascesa al monte riserva una moltitudine di panorami in ogni direzione: la città di Ascoli Piceno, i monti Gemelli, i Monti Sibillini, e ad est il mare.

L'escursione è ad anello, tranne il primo tratto che ripercorreremo anche al ritorno.

Lunedì, 25 Settembre 2017 11:46

Foro degli Occhialoni

Itinerario breve ma suggestivo con arrivo allo spettacolare Foro degli Occhialoni!

Da San Vittore alle Chiuse si costeggia il fiume Sentino tra profumi gradevoli del giardino di piante aromatiche e odori "strani" della sorgente sulfurea fino al bellissimo ponte romanico. Si sale quindi il sentiero che, attraversando prima un rimboschimento di pino e poi un bosco di latifoglie misto con piante di macchia mediterranea, si arriva dopo percorrendo un breve tratto roccioso (dove si deve prestare attenzione!) al Foro degli Occhiaolini, autentica meraviglia geologica creata dalla natura! Il ritorno è lungo lo stesso percorso.

Questo breve itinerario è possibile abbinarlo, con una deviazione, al Sentiero dell'Aquila: https://www.passamontagna.org/itinerari-da-scoprire-a-piedi/gola-della-rossa-e-frasassi/item/98-sentiero-dell-aquila

Informazioni aggiuntive

  • Località di Partenza San Vittore alle Chiuse
  • Comune Genga
  • Provincia AN
  • Regione Marche
  • Latitudine 43.402377
  • Longitudine 12.968292
  • Aspetti Avvistamento fauna selvatica, Punti Panoramici, Emergenze Geologiche, Emergenze Floristiche, Aspetti Storici, Luoghi / Monumenti Religiosi
  • Ambienti Fiume, Bosco, Montagna, Strapiombi, Piccoli borghi
  • Periodo Estate, Primavera, Autunno, Inverno senza neve
  • Difficoltà EE
  • Difficolta Smart Media
  • Adatto a bambini No
  • Dislivello + 250 m, - 250 m
  • Durata complessiva 2 ore
  • Lunghezza 6 km
  • Adatto a Non adatto a chi è alla prima esperienza in montagna, Fisicamente impegnativo. Capacità di camminare su sentieri stretti con fondo variabile (erba, rocce, ghiaia, ...)
  • Durata Mezza giornata
  • Tariffa Bassa Stagione 120
  • Tariffa Alta Stagione 150
Lunedì, 25 Settembre 2017 11:28

Sentiero dell'Aquila e Monte di Frasassi

Percorso ad anello abbastanza semplice e molto panoramico per cercare di vedere la coppia di Aquila reale!

La partenza è dal piccolo borgo di Rosenga, nei pressi della chiesa: da qui si entra subito nell'itinerario del Sentiero dell'Aquila, un percorso circolare ideato dal Parco Naturale Gola della Rossa e di Frasassi che ha posizionato alcuni pannelli illustrativi delle caratteristiche naturalistiche del Parco e alcune aree sosta (una provvista di acqua) dove è possibile riposarsi e cercare di avvistare le aquile.

Percorrendo questo sentiero ad anello (in senso orario) si passa vicino ai paesini di Vallemania, Cerqueto e Pierosara, si può godere di scorci panoramici bellissimi sulle montagne intorno a noi e sull'Appennino e si attraversano diverse tipologie di bosco: dal ceduo di faggio a quello di orniello, dai rimboschimenti di pino alla macchia mediterranea. Fino ad arrivare alla deviazione che ci farà salire in breve al Monte di Frasassi fino al belvedere, un punto panoramico davvero suggestivo sulla Gola della Rossa fino al mare!

L'itinerario, con una breve deviazione, si può abbianare a quello del Foro degli Occhialoni per diventare così un'escursione di una giornata intera

 

Informazioni aggiuntive

  • Località di Partenza Rosenga
  • Comune Genga
  • Provincia AN
  • Regione Marche
  • Latitudine 43.411824
  • Longitudine 12.947423
  • Aspetti Avvistamento fauna selvatica, Punti Panoramici, Emergenze Floristiche, Aspetti Storici
  • Ambienti Bosco, Montagna, Strapiombi
  • Periodo Estate, Primavera, Autunno, Inverno senza neve
  • Difficoltà T/E
  • Difficolta Smart Media
  • Adatto a bambini Si
  • Dislivello + 400 m, - 400 m
  • Durata complessiva 3:30 ore
  • Lunghezza 7 km
  • Adatto a Adatto a tutti. Basta solo un po' di allenamento alla camminata
  • Durata Mezza giornata
  • Tariffa Bassa Stagione 120
  • Tariffa Alta Stagione 150
Giovedì, 07 Settembre 2017 17:01

Traversata del Conero

È l’escursione classica del Parco Naturale del Conero: un percorso che attraversa il “monte dei corbezzoli” da nord a sud.

Con partenza da Poggio, si inizia subito a salire all’ombra di pini, lecci, ornielli, carpini e frassini. Poco dopo si raggiunge Pian Grande, dove si può ammirare uno stupendo panorama della sottostante Baia di Portonovo. Ora il sentiero è semi-pianeggiante e si arriva a Pian di Raggetti: qui il panorama si apre sul sud delle Marche, quando il cielo è limpido si vedono gli Appennini fino ai Sibillini, al Gran Sasso e, a volte, alla Majella! Dopo una breve pausa si continua a salire in direzione della cima del Conero: la vetta, a 572 m di altitudine, non è raggiungibile essendo area militare, ma ci si arriva vicini! Prima di arrivare in cima alla salita, è possibile visitare le Incisioni Rupestri, sito archeologico risalente all’età del bronzo con alcune incisioni uniche per le Marche!

Dalla cima del Conero, ora è tutta discesa! Arrivati alla Badia di San Pietro al Conero, saremo immersi nella macchia mediterranea. Lentisco, alaterno, fillirea, viburno e soprattutto corbezzolo ci accompagneranno per il resto della camminata.A metà discesa si devia verso il Passo del Lupo, stupendo punto panoramico sulle Due Sorelle e sulla falesia dove nidificano falco pellegrino, passero solitario e rondone maggiore. Si ritorna così sul sentiero principale e si scende verso Fosso San Lorenzo dove, risalendo di 10 minuti la valle si arriva in una cava dove affiora il livello KT (uno strato roccioso che testimonia la scomparsa dei dinosauri) e poi Fonte d’Olio.

N.B.: lungo questo itinerario è possibile prevedere alcune deviazioni ad alcuni siti del Conero, come le Grotte Romane, il Belvedere Nord, la Grotta del Mortarolo e la Spiaggia di San Michele e Sassi Neri, ovviamente allungandolo di qualche km e di dislivello. Le auto vanno lasciate in due punti differenti, non è infatti un percorso ad anello.

Informazioni aggiuntive

  • Località di Partenza Poggio
  • Comune Ancona
  • Provincia AN
  • Regione Marche
  • Latitudine 43.525767
  • Longitudine 13.615450
  • Aspetti Avvistamento fauna selvatica, Punti Panoramici, Emergenze Geologiche, Emergenze Floristiche, Aspetti Storici, Luoghi / Monumenti Religiosi, luoghi legati a miti e leggende
  • Ambienti Mare, Bosco, Montagna, Strapiombi, Falesie
  • Periodo Estate, Primavera, Autunno, Inverno senza neve
  • Difficoltà T/E
  • Difficolta Smart Media
  • Adatto a bambini No
  • Dislivello + 550 m, - 650 m
  • Durata complessiva 5 ore
  • Lunghezza 12 km
  • Adatto a Adatto a tutti. Basta solo un po' di allenamento alla camminata
  • Durata Intera giornata
  • Tariffa Bassa Stagione 180
  • Tariffa Alta Stagione 200
Pubblicato in Conero
Giovedì, 07 Settembre 2017 16:53

Anello da Elcito a Canfaito

Una splendida escursione ad anello nella riserva del Monte San Vicino e Monte Canfaito.

L'itinerario è caratterizzato per la maggior parte dal bosco di faggio, con il passaggio per la faggeta di Canfaito dove vive da secoli il più grande faggio delle Marche (Monumento) ed altri faggi secolari; ma non mancano i panorami, soprattutto giunti alla cima del Monte Faldobono (1.275 m slm), da cui è visibile tutta la parte nord delle Marche.

Altro gioiello è Elcito (821 m slm), punto di partenza e di arrivo, un piccolo borgo costruito su di uno sperone roccioso, di cui scopriremo la sua leggendaria storia.

Itinerario: Elcito, Valfucina, Monumento Canfaito, M. Faldobono, M. La Pereta, Elcito.

Informazioni aggiuntive

  • Località di Partenza Elcito
  • Comune San Severino Marche
  • Provincia MC
  • Regione Marche
  • Latitudine 43.309461
  • Longitudine 13.072285
  • Aspetti Punti Panoramici, Emergenze Floristiche, Luoghi / Monumenti Religiosi
  • Ambienti Bosco, Montagna, Prateria
  • Periodo Estate, Primavera, Autunno
  • Difficoltà E
  • Difficolta Smart Impegnativa
  • Adatto a bambini No
  • Dislivello 700 m
  • Durata complessiva 6 ore
  • Lunghezza 15 km
  • Adatto a Necessario un buon allenamento alla camminata
  • Durata Intera giornata
  • Tariffa Bassa Stagione 180
  • Tariffa Alta Stagione 200

Questo sito utilizza cookie tecnici ma non di profilazione

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni clicca qui

Accetto

Domenica 19 dicembre - Super evento di fine anno con Passamontagna Trekking

Una domenica, riservata ai soli possessori della Passamontagna Card, per festeggiare e stare tutti insieme con noi guide di Passamontagna Trekking.

A seguire TOMBOLATA FINALE con in palio 10 escursioni gratuite ed altri premi.

Vedi come partecipare all'evento